I militari, dei privilegiati??
giovedì, agosto 31, 2006
Mentre nel paese si discute se mandare in pensione le persone a 55 anni o a 60. C'è ancora chi, con laute liquidazioni, ci va superata di poco la soglia dei 40, si avete capito sono i militari. Così il sistema previdenziale si trova a pagare circa 40 anni di pensione per un militare. Questi baby pensionati hanno quasi tutti un secondo impiego. Questo, se qualcuno aveva dei dubbi, dimostra come siano ancora efficienti e adatti al lavoro, certo non quello per lo stato, per quello ci sono gli altri polli....

Le missioni internazionali?? In realtà queste rappresentano una vincita alla lotteria per i militari, che vengono pagati decine di migliaia di euro solo per avervi partecipato e il doppio dello stipendio durante la loro partecipazione....

Si ma il pericolo?? Be questo pericolo, come dimostrano i dati, non è maggiore di quello di un operaio o di un'impiegato. Eppure quest'ultimi non hanno ogni tot anni decine di migliaia di euro che li aspettano. Se si esclude la missione in Iraq, forse quella più pericolosa, i dati dimostrano che gli incidenti sono più probabili in altre categorie di lavoratori....

I militari fanno la fila per entrare nelle missioni, una vera e propria cuccagna per molti di loro, quelli che ci entrano. Certo un loro diritto, perché le altre categorie di lavoratori non hanno gli stessi diritti?? Una volta non c'era un principio di uguaglianza che portava lo stato a considerare i suoi dipendenti in modo paritario??

Basta pensare che questi privilegiati si lamentano eccome, se l'Italia non si trova in prima fila nelle missioni internazionali, spostando migliaia di voti, quelli loro e delle loro famiglie. Mi domando perché non impiegarli in missioni di controllo nel territorio italiano. Forse è meglio mandarli in qualche luogo esotico?? Danno meno fastidio agli affari della criminalità, guadagnano molto di più e ci danno il voto?? Ma in questi calcoli non si considera che il contribuente medio è costretto a pagare molti soldi in più di tasse, per questa spirale distruttiva per le casse dello stato....

Mi domando se questi buontemponi non minaccino di invadere l'Italia, se l'Italia non si trova in prima fila appena due nel mondo si scambiano un lancio di mortaio....
 
posted by Federico Perazzoni at 10:17 AM | Permalink 0 comments
Qualche dubbio sulle ultime discussioni sulla finanziaria....
mercoledì, agosto 30, 2006
In questi giorni si discute sull’entità della manovra finanziaria. Se farla da 30 miliardi oppure da 35, se spalmarla su un anno o su due. Le nuove ed inaspettate entrate del fisco infatti fanno emergere nuove idee e nuove prospettive....

Non si capisce qual’è l’entità di queste nuove entrate. Alcuni ministri sembrerebbe che già le hanno stanziate per qualcosa. Chi per le missioni internazionali, chi per diminuire le tasse, chi per delle politiche sociali ecc. Evidentemente sono di dimensioni tali da spingere in avventurose dichiarazioni i nostri politici. Purtroppo, questa è un’opinione personale, temo di no. Forse le lobby economiche e non solo si stanno facendo sentire, e i partiti sono preoccupati di non perdere voti, senza pensare che scelte coraggiose sarebbero in grado di fargliene avere di nuovi....

Mi domando se nel nostro paese le tasse si pagano solo in base al debito pubblico e alle esigenze contingenti, oppure, come in teoria è nei paesi civili, si pagano e basta. Chi le paga ha il diritto di dire la sua: sono troppo alte, sono troppo basse, meglio calibrarle su altre entrate e così via. Oppure di mettere bocca su come utilizzarle....

Ma il nostro è uno strano paese. I dati delle denunce dei redditi fanno molto pensare, se si sta a questi, un bar guadagnerebbe 13000 euro all’anno, una gioielleria 16000 e avanti così. Dati che quantomeno sollevano qualche dubbio. Eppure questi personaggi sono in prima fila come lamentele sia sull’entità delle tasse che sul loro utilizzo....

Prima di pensare a nuove tasse, come la minimum tax proposta dal segretario della CISL, bisognerebbe far pagare quelle che già ci sono e che in larga parte vengono evase. Non penso che ci sia da inventare granché, basterebbe potenziare le forze dell’ordine, come la guardia di finanza, e ovviamente controllare. Gli studi di settore sono un primo passo ma da soli non bastano, e ci vuole una loro “manutenzione”....

Il nostro paese è ancora fermo alla discussione sul perché occorre pagare le tasse e se è lecito non pagarle. Ci vorrebbe un passo avanti, spostare la discussione sul come pagarle e quanto pagare, non sul se pagare o no. Ma evidentemente l’evasione fiscale fa parte del nostro costume almeno quanto la pizza e il mandolino....

Così oggi una rondine fa primavera, abbiamo qualche entrata in più e già si parla di diminuire il carico fiscale, forse a discapito di quei lavoratori dipendenti e di quelle famiglie che si trovano in una situazione di disagio. Non penso che una finanziaria così ballerina sia in grado di dare una soluzione ai gravi e tanti problemi del paese. Bisognerebbe assumere, una volta tanto, un atteggiamento più serio. Se ci sono nuove entrate questa è una cosa normale, vista l’entità dell’evasione fiscale, non gettarsi in dichiarazioni quantomeno opinabili al primo euro in più che entra in cassa....

Decidere l’entità del carico fiscale in base al debito che si ha è legittimo. Ma decidere quasi esclusivamente in base a quest’ultimo lo è un po meno. A meno che non si pensi che i problemi del paese trovino soluzione con 10 miliardi in più in cassa....

Personalmente ho la sensazione di uno stato di emergenza ormai diventato cronico. Se si trova la ben che minima soluzione a qualche problema, questa volta è il debito pubblico visto che l’Europa ci impone di diminuirlo, perché continuare a preoccuparsi, perché continuare con una politica che faccia della lotta all’evasione fiscale e alla corruzione il suo fulcro??

(pubblicato su bloggoverno)
 
posted by Federico Perazzoni at 9:34 AM | Permalink 0 comments
Ma l'esercito impiegato anche in Italia??
martedì, agosto 29, 2006
Strage in una villa nel Bresciano. Uccisi padre, madre e figlio di 17 anni. La notizia di per se è qualcosa di sconvolgente, che rende attuale il tema della sicurezza....

Penso che l'attività di controllo del territorio sia qualcosa di molto complesso, allo stesso tempo di molto opportuno. Personalmente non penso che sia campata in aria l'idea di impiegare l'esercito, per controllare i cosiddetti obbiettivi sensibili: tribunali, ambasciate, ministeri ecc. Ovverosia quei lavori che oggi vedono impegnate le forze dell'ordine, come polizia e carabinieri....

Da una situazione di questo tipo, queste ultime sarebbero operative per controllare il territorio e quasi esclusivamente per contrastare la criminalità organizzata e non....

Abbiamo un esercito che impieghiamo in diverse missioni all'estero. Mi domando, perché non pensare di impiegarlo anche nel nostro paese?? Visto che ampie zone d'Italia sono lontane dall'essere controllate dallo stato....

Farei addirittura un passo oltre. Perché non pensare all'esercito anche quando si tratta di periferie che hanno una situazione di degrado?? Come quella di Padova dove è stato invece costruito il già citato muro....
 
posted by Federico Perazzoni at 12:16 AM | Permalink 0 comments
E l'Iran??
domenica, agosto 27, 2006
In mezzo ad una comunità internazionale che parla quasi esclusivamente del Libano e di come disarmare i miliziani schierati nel suo sud. L'Iran ha inaugurato un impianto industriale per la produzione di acqua pesante, necessaria per il raffreddamento del reattore nucleare sperimentale che sta per mettere in funzione....

Personalmente mi preoccupa molto l'idea che l'Iran presto si doti di testate nucleari. Non penso che l'intenzione sia quella di usare gli attuali esperimenti per scopi civili, basti pensare che il regime di Tehran ha dichiarato che i suoi studi verranno utilizzati per curare il cancro, una scusa anche abbastanza goffa....

La guerra in Iraq e quella più recente in Libano ha indebolito la credibilità dell'occidente....

Anche se opportune, prese di posizione più ferme e decise da parte dell'occidente (Europa e USA in testa), sarebbero viste da ampie fette delle popolazioni medio-orientali come atti ostili. Questo in gran parte si sarebbe evitato se le azioni militari in questa area fossero state più mirate e ragionate....

Penso che purtroppo non ci sono molte alternative, se l'Iran continuerà sulla strada intrapresa bisognerà pensare seriamente ad un'azione militare....
 
posted by Federico Perazzoni at 4:20 PM | Permalink 2 comments
Prima c'è ne rendiamo conto e meglio è per tutti....
venerdì, agosto 25, 2006
Colgo l'occasione da un post apparso qualche giorno fa sul blog di Beppe Grillo: Paolo Ferrero. Dove il ministro dice la sua sull'immigrazione dopo il post di Grillo: Il tabù dell'immigrazione, nel quale lo si accusava di essere un'irresponsabile....

Questo paragone tra la nostra emigrazione e l'immigrazione che abbiamo oggi, a mio modo di vedere non regge. Gli italiani andavano in luoghi come: gli U.S.A, l'Argentina, il Brasile, l'Australia dove la densità di popolazione era "molto" più bassa di quella che ha oggi l'Italia. Quando andavano in questi paesi cercavano di integrarsi e non gli passava neanche per l'anticamera del cervello l'idea di creare scuole, sanità, comunità, spiagge ecc assestanti e isolate dal resto del paese dove si trovavano....

Forse il ministro si è dimenticato di dire che l'intento è quello di far diventare questi immigrati la base elettorale per il futuro del suo partito, prima c'è ne rendiamo conto e meglio è per tutti....

Personalmente penso che sia responsabile vedere cosa fanno le grandi multinazionali nel terzo mondo, che oltre a creare problemi a loro ne stanno creando anche a noi, sarebbe il caso di fermarle in diverse occasioni. Destinare parte del PIL allo sviluppo di alcuni paesi sarebbe lungimirante....

Questo occidente che pensa di mettersi apposto facendo entrare gli immigrati, per poi dargli 50 centesimi al semaforo, mentre da loro muoiono di fame, lo trovo irresponsabile. Ciò avviene per un meschino calcolo elettorale....

Mi domando se sono i personaggi alla Ferrero ad avere idee come il muro di Padova....
 
posted by Federico Perazzoni at 10:27 AM | Permalink 0 comments
Padoa Schioppa??
giovedì, agosto 24, 2006
Prendo spunto da questo articolo: Padoa-Schioppa, polemiche via mail Il ministro reagisce alle accuse sui tagli. Su un vivace epistolare elettronico tra il ministro dell'economia e Giavazzi....

Che gli italiani siano un popolo di evasori fiscali è un dato di fatto. Nei paesi civili l'evasione fiscale è considerata un furto e punita con la galera, mentre da noi è considerata quasi un diritto. Personalmente considero evadere le tasse come rubare, visto che ci si appropria di soldi che non sono i propri....

Penso che convincere gli italiani a pagare le tasse sia quasi impossibile. Sicuramente però è convincente far vedere che i soldi del gettito fiscale vengono usati per delle opere pubbliche: materiali e immateriali, questo contrasta con una politica fatta di tagli....

La lotta agli sprechi e alla corruzione è un elemento fondamentale per l'efficenza di una politica di investimenti pubblici. In Italia c'è ancora molto lavoro da fare su questo campo, basta pensare a quello che succede nel sud e non solo....

Mi domando allora se Padoa Schioppa è la persona adatta per una politica del genere. Personalmente considero un sogno avere una persona come Giavazzi al ministero dell'economia....

L'unico pericolo di una politica, fatta di investimenti anche nel sociale, che ruota attorno alla lotta all'evasione fiscale è l'eventuale aumento dell'inflazione. Il trend di aumento del costo del denaro, messo in atto dalla BCE, sembra essere adatto per arginare questo problema....
 
posted by Federico Perazzoni at 9:16 AM | Permalink 2 comments
C'è da preoccuparsi??
mercoledì, agosto 23, 2006
Bush fa un'altra gaffe sulla storia del proprio paese, tra le altre cose coinvolgendo anche il proprio papà nell'episodio storico citato. Video gaffe di Bush....

Sarebbe divertente, un episodio da nulla, qualcosa da ascoltare in relax con un'espressione divertita. Se non fosse che quet'uomo è il presidente degli Stati Uniti, forse la persona più importante del mondo. Capace di decidere di guerre, tregue, finanziamenti ad un paese piuttosto che ad un'altro, decisioni insomma che coinvolgono centinaia di milioni di persone....

Io sono tra quelli che pensa che la storia sia fondamentale per il bagaglio culturale di un grande politico. Un grande politico, a mio modo di vedere, è anche un grande esperto di storia....

In Italia il suo amico Berlusconi ne ha fatte diverse. Divertente quella in cui citava Romolo e un fantomatico Remolo come fondatori di Roma....

La demenza e la superficialità di questi uomini è qualcosa di molto preoccupante??
 
posted by Federico Perazzoni at 11:56 AM | Permalink 0 comments
Vergogna....
domenica, agosto 20, 2006
Alcune persone, che stanno usando strumentalmente il clero e le sue istituzioni nonché alcune parole, hanno deciso di organizzare un meeting nel quale si parla di politica. Hanno invitato Silvio Berlusconi, non invitando invece Romano Prodi....

Auspico che la gerarchia Vaticana intervenga per arginare questo scandaloso comportamento....

Si vergognino coloro che hanno messo in piedi questa indecenza....

Tra parentesi il tema del convegno è il dialogo tra i poli....

Un uso così fazioso e privato di istituzioni, autorità clericali e parole è veramente una cosa molto grave....

Personalmente penso che gran parte dei problemi di questo paese affondano le loro radici in questo genere di comportamenti....
 
posted by Federico Perazzoni at 7:16 PM | Permalink 2 comments
Israele ha ragione....
sabato, agosto 19, 2006
Se l'azione militare israeliana si limita a bombardare le armi dei guerriglieri, essa è assolutamente legittima....

Solo delle azioni mirate e continue nel tempo, rappresentano una qualche garanzia per la stabilità in medio-oriente....

Per quanto concerne la situazione degli immigrati islamici in Italia, che non intendono integrarsi, è opportuno metterli fuori dal nostro territorio. Se avessero un po di dignità non se ne andrebbero forse da soli??

Misure analoghe vengono prese in Germania e in altri paesi europei, dove occorre imparare la lingua e passare un test sulle usanze locali, per essere ammessi come cittadini tedeschi. Così com'è la legge proposta da Amato è inaccettabile, bisogna garantire che chi si trova in Italia ne accetti le tradizioni e le usanze....

Personalmente trovo offensivo, nei confronti del popolo italiano, l'atteggiamento di alcune persone che mira a creare delle comunità isolate dal resto del paese....
 
posted by Federico Perazzoni at 8:19 PM | Permalink 0 comments
Qualcosa di sconcertante....
venerdì, agosto 18, 2006
Vedere al telegiornale che un bar dichiara al fisco un reddito medio annuo di 13.000 euro oppure una gioielleria di 16.000 è qualcosa di abominevole. Qualcosa che da la misura del nostro livello d'inciviltà....

Questi personaggi, gli evasori fiscali, usano senza diritto: le strade pubbliche, le scuole pubbliche, la polizia e i carabinieri. Forse si lamentano per una buca o per un lampione rotto o ancora perché nella scuola del figlio mancano i laboratori. Sono qualcosa di indecente di scandaloso....

Ma la cosa più preoccupante e ascoltare dei deputati, come la Bertolini (Forza-Italia) o il Capezzone (Rosa nel pugno), che commentano negativamente le iniziative per arginare questo scandalo....

La classe politica di uno stato civile si muoverebbe compatta contro questa indecenza, ma l'Italia è ancora un paese in via di sviluppo. Un paese dove chi non paga le tasse si lamenta della cosa pubblica, dove si arresta una persona e gli si danno anni di galera per aver venduto CD contraffatti, allo stesso tempo si difendono gli evasori, che profittando delle concessioni pubbliche distruggono il nostro patrimonio....

Provo una sensazione di sdegno se penso ai commenti di questi "evasori fiscali": sulla mancata costruzione del ponte sullo stretto di Messina, sulle missioni internazionali, sulla polizia che non fa abbastanza per controllare il nostro territorio ecc. Hanno il diritto di tifare la nostra nazionale di calcio?? Di commentare le scelte del CT?? e cose simili....
 
posted by Federico Perazzoni at 4:43 PM | Permalink 1 comments
Cose già viste??
giovedì, agosto 17, 2006
Sul caso del politico diessino arrestato in Calabria: Loiero difende il diessino arrestato: "Sono certo che saprà spiegare tutto"....

Mi sembra di vedere quelle scene, in cui i politici del centro-destra si sgomitavano per andare a trovare Previti in prigione. Incalzando la magistratura e gridando al complotto....

Certo anche per me vale il principio per cui una persona non è colpevole fino a quando non si provi il contrario. Ma la visita in prigione dei due deputati dell'Ulivo a Franco Pacenza, capogruppo dei DS alla giunta regionale calabra, personalmente la trovo quantomeno inopportuna. Forse mi sarei aspettato qualcosa di più, un atteggiamento di "equivicinanza" tra magistratura, politici-locali e vertici di partito....

Personalmente penso che forse è fisiologica la presenza di alcune persone corrotte all'interno dei partiti. Quello che trovo allarmante e che sia nel centro-destra che nel centro-sinistra ci sia una difesa corporativa e una difficoltà a prendere le distanze da alcuni loschi personaggi. L'Italia si merita questa siffatta accozzaglia di politici??

Le parole di Loiero e quelle di alcuni importanti politici del centro-sinistra mi lasciano allibito. Come se in Italia le persone si arrestassero così senza alcuna prova provata, senza motivi validi. Se l'esponente dei DS è stato messo in carcere vuol dire che c'era qualche motivo per farlo....

Questi personaggi gestiscono i soldi delle nostre tasse, in teoria hanno il compito di fare i nostri interessi. Se sperperano i denari pubblici il loro posto e nelle carceri e sicuramente non nei consigli provinciali, regionali o di qualsivoglia entità....

La magistratura svolga il suo compito. Auspico che la classe politica sostenga quest'ultima nell'opera di contrasto alla corruzione e all'inefficienza amministrativa. Non si lasci andare invece in imbarazzanti difese di bottega, il paese ha bisogno d'altro....
 
posted by Federico Perazzoni at 11:04 PM | Permalink 0 comments
Italiani?? Se non ci fossero bisognerebbe inventarli....
La Lega con Bossi si accorge solo adesso che le missioni internazionali costano. Mi domando cosa pensasse quando in parlamento votava l'invio di soldati in Iraq e Afghanistan....

Prodi si fa consigliare da Berlusconi, lo dice così apertamente, come se si trattasse del suo migliore amico, del suo confidente personale. Dimenticando il passato, quantomeno oscuro, dell'ex Premier: dalla Banca Rasini alla pizza connection ecc....

D'Alema non fa mancare al paese le polemiche della comunità ebraica. Questo ci mancava, così un giorno forse Israele deciderà di bombardare anche noi per salvaguardare la propria "sicurezza"....

Intanto i nostri soldati stanno quasi per partire, anche se io personalmente ancora auspico di no. Mentre da noi intere aree del sud sono fuori dal controllo dello stato, forse sarebbe meglio mandare qui i nostri militari....

Mi domando se noi italiani eleggiamo i nostri politici non per la loro statura morale o per la loro capacità, ma per renderli compatibili con quello che c'è sulla piazza internazianale. Anche il resto del mondo fa questo?? Forse ci troviamo in una sorta di spirale, un cane che si morde la coda, così da avere una "classe dirigente mondiale" degenerata e corrotta....

P.S.

Apprendo dal tg1 dell'una e mezza che la Francia sarebbe intenzionata a mandare in Libano "un piccolo contingente"....

No comment....

In merito all'arresto dell'esponente dei DS in Calabria. Auspico che i DS, per i quali anche se indirettamente ho votato, si comportino in modo consono. Semplicemente allontanando dal partito tali personaggi, ovviamente se le accuse verranno confermate....
 
posted by Federico Perazzoni at 10:53 AM | Permalink 0 comments
Il parlamento decide....
lunedì, agosto 14, 2006
In una repubblica parlamentare com'è la nostra, è il parlamento che decide sulle leggi proposte dal governo. Se non si accetta questo è chiaro che ogni governo, anche quello con il più ampio consenso, avrà delle grandi difficoltà a svolgere la propria mansione....

Se così è, tra le altre cose come dice la nostra costituzione, non bisogna fare drammi se qualche proposta del governo non fosse recepita dal parlamento. Nello specifico se non passasse la linea di Prodi e D'Alema sulla politica estera che concerne l'Afghanistan e il Libano, non vedo perché il governo per questo abbia la necessità di cadere. Salvo restando che gli impegni ormai presi vanno comunque onorati....

La mediazione del parlamento permette al paese di tutelarsi da eventuali errori. Le scelte vengono fatte in modo ragionato e con ampio consenso....

Poco importa quello che dice una certa parte del centro-destra. Poco seria, colma di avanzi di galera e di personaggi da circo come: Rotondi, Schifani, Bondi, la Santanchè ecc....

Inviterei a leggere questo articolo: dall'economia a mano armata alle azioni di pace. Dove si evince che sono 2200 i milioni di euro stanziati, tra il 2005 e il 2006 in finanziaria, per le missioni internazionali italiane. Ciò mentre nel nostro paese non si trovano i denari per politiche sociali quali: casa, assistenza ai giovani disoccupati, per costruire le opere pubbliche e via dicendo....

Per non parlare dei soldi spesi per la sicurezza nel nostro paese. Visto che l'Italia, grazie a queste "lungimiranti" missioni internazionali, è più esposta ad attentati e cose di questo tipo....
 
posted by Federico Perazzoni at 2:29 PM | Permalink 0 comments
Non si capisce il perché....
Mentre nel nostro paese si inizia a discutere di come trovare il denaro per varare una finanziaria, che si prospetta essere quantomeno difficile....

Mentre il caro ministro Padoa Schioppa dice di non confondere i segnali positivi di queste settimane con una crescita economica che è altra cosa....

Mentre si parla di tagli alla già barcollante spesa sociale italiana. E di blocco delle opere pubbliche....

Mentre abbiamo più soldati noi, in giro per le varie missioni internazionali, di Francia e Germania messi insieme. Questo con una disponibilità economica minore di quest'ultimi....

Mentre gli USA, sponsor d'Israele nella guerra in Libano, non manderanno un soldato per la missione ONU che si sta progettando. Lo stesso farà la Gran Bretagna....

Noi siamo in prima fila, tra i paesi che si sono candidati per mandare i propri militari. Con una spesa che si prospetta essere di 150 milioni di euro ogni semestre....

Personalmente non capisco il motivo. Mi domando, ma noi siamo dei dementi?? Cosa abbiamo, un idiota senso di inferiorità, che ci porta ad inviare i nostri soldati in ogni dove?? Mentre da noi famiglie attraversano una situazione drammatica, le opere pubbliche giacciono in dei cantieri in attesa di denaro e intere aree del sud sono fuori dal controllo dello stato....

Mi domando perché questa volta non facciamo un passo indietro. Ci sono altri paesi che è opportuno prendano il nostro posto. Una volta tanto pensiamo ai nostri di problemi, di certo non mancano....
 
posted by Federico Perazzoni at 2:05 AM | Permalink 0 comments
Il paese della cuccagna....
sabato, agosto 12, 2006
Per alcuni lavoratori questo è il paese della cuccagna. Ci sono donne incinte che per 3 o 4 anni non si vedono sul posto di lavoro, continuando a prendere lo stipendio. Ci sono uomini che per una sbucciatura al ginocchio, per mesi e mesi non vanno a lavorare....

Queste persone oltre a procurare problemi al datore di lavoro e all'erario, mettono in crisi l'applicazione di una politica sociale seria, minando la sua credibilità....

Io penso che in Italia sia opportuno far emergere questi abusi. Con punizioni severe per chi li perpetra....

In questo un ruolo fondamentale, eventualmente, verrebbe giocato dai sindacati. Sono diverse infatti le volte che quest'ultimi difendono i lavoratori, anche quando questi chiedono cose non lecite. Questo modus operandi mette in pericolo i legittimi diritti dei lavoratori e la credibilità del sindacato stesso....

Sul coinvolgimento dell'Italia nella missione ONU in Libano. Mi domando perché noi?? Ci sono nazioni che finora non hanno mandato un soldato nelle diverse missioni internazionali. Noi abbiamo più militari di Francia e Germania in giro per il mondo, pur non avendo la stessa disponibilità economica. Questa volta sarebbe opportuno che restassimo a casa....
 
posted by Federico Perazzoni at 12:36 PM | Permalink 0 comments
Nessun taglio alla spesa sociale. Anzi....
venerdì, agosto 11, 2006
Affinché questo paese resti unito, per affrontare le sfide della competizione internazionale, bisogna aumentare le spese sociali....

Dare un sussidio economico ai giovani disoccupati e accompagnarli nel percorso che li porta nel mondo del lavoro. Sono anche convinto che questo non faccia aumentare l'inflazione, chi ha attraversato l'esperienza della disoccupazione difficilmente sperpera il proprio denaro....

Entrando nel merito della vicenda: "muro-Padova". Personalmente trovo inaccettabile l'erezione di muri che dividono i cittadini italiani da quelli extracomunitari. Muri resi necessari dal delinquere di quest'ultimi. Misure come i lavori forzati sono quantomeno opportune in questi casi. Misure ormai abbandonate, forse per l'opera immeritoria di coloro che oggi si sono messi a costruire muri e staccionate....

Sulla polemica dei festival del cinema di Roma e Venezia. Mi aspetterei dall'organizzazione della rassegna capitolina almeno una retrospettiva su un personaggio che ha fatto la storia del cinema romano e italiano, come Pier Paolo Pasolini. Per quanto concerne la polemica sulle date ravvicinate delle due manifestazioni, forse da coloro che lavorano nel mondo dell'arte ci si aspetterebbe qualcosa in più. Ma ormai il nostro cinema è occupato da figli di e amici di che pensano di essere i suoi proprietari....

P.S.

Sto leggendo che anche i giornali israeliani iniziano a criticare l'operato di Olmert, certo l'occasione, da parte d'Israele, per fare un'operazione militare intelligente e mirata, con il consenso dell'opinione pubblica internazionale, è stata persa. Quella d'Israele è stata un'azione scellerata e per certi versi criminale, che non ha portato affatto al disarmo delle milizie libanesi e palestinesi....
 
posted by Federico Perazzoni at 1:01 PM | Permalink 0 comments
La favoletta della recessione economica....
mercoledì, agosto 09, 2006
Periodicamente, alcune componenti del centro-sinistra propinano la storiella della recessione economica, una storiella multiuso. Alcuni la paventano per spiegare all'opinione pubblica perché occorre bloccare le opere pubbliche, non menzionando la disastrosa gestione della società autostrade, che continua ad aumentare le tariffe per giocare nelle diverse borse mondiali. Altri la paventano per mettere le mani avanti ai sindacati e alla cosiddetta "sinistra radicale", che chiedono una maggiore spesa sociale....

Personalmente penso che non ci sia nessuna recessione economica in vista. L'unico problema sono i petrolieri, i vari Moratti, Sensi, Eni, Agip ecc. Sicuramente qualcuno di loro è pronto a speculare sull'attuale situazione internazionale. Personalmente penso che sia anche lecito dal loro punto di vista. Come è altrettanto lecito, da parte dei cittadini, aspettarsi che il loro governo provveda a mettere in atto una serie di misure, sia a breve termini che a lungo termine, per tutelarli da speculazioni che contrastino con l'interesse collettivo....

Misure a breve termine, per esempio come l'incentivazione di impianti a GPL, un carburante che già esiste con tanto di rete di distribuzione. O come un'indaggine seria, che metta in luce l'attuale stato della concorrenza nel settore petrolifero e più in generale della produzione d'energia....

Misure a lungo termine, come la produzione di energia alternativa: solare, eolica ecc. O come incentivare carburanti che già esistono in varie parti del mondo. L'alcol della barbabietola da zucchero in Brasile o il biodiesel in Germania, ad esempio. Quest'ultimi vendibili al supermercato....

Personalmente auspico di vedere un giorno una distribuzione dell'energia a livello capillare, incentivando le famiglie a prodursi l'energia per conto loro, con pannelli solari e altro. Questo favorirebbe anche un'abbattimento dei costi, ad esempio abbassando sensibilmente il prezzo dei pannelli solari. Come in passato è successo quando sono stati distribuiti su larga scala oggetti come computer e telefonini....

Sto cambiando canale quando davanti mi trovo il faccione sorridente di Calderoli oppure le ancor peggiori faccie di Schifani e Bondi. Pensandoci non credo che ci facciamo una gran figura se qualche straniero guardasse la tv in quei momenti....
 
posted by Federico Perazzoni at 4:49 PM | Permalink 3 comments
Seguendo i principi della politica Bush....
lunedì, agosto 07, 2006
Se seguiamo la politica Bush, la Siria avrebbe ragione a scendere in guerra contro Israele....

La Siria altro non farebbe che difendere un paese aggredito immotivatamente. Se motivazione ha, anche se opinabile, l'attacco israeliano del sud del Libano, nelle postazioni dei guerriglieri. Il bombardamento del nord, della capitale Beirut e della popolazione civile non ha nessuna motivazione....

A questo aggiungiamo che dopo questi bombardamenti, l'arsenale militare dei guerriglieri sembra tutt'altro che distrutto. Come d'altro canto dicono i rapporti dei servizi segreti israeliani, in contrasto con le affermazioni dei vertici militari....

Personalmente non penso che la teoria della guerra preventiva abbia alcunché di lungimirante. Essa è l'invenzione di un'uomo idiota, qual'è Bush, che sta sperperando il patrimonio dei fondatori della patria americana. Come ha già fatto con le aziende di famiglia, portando sull'orlo del fallimento quelle da lui amministrate....

Purtroppo una parte dell'occidente viene amministrata da persone inadeguate e avvolte affette da evidenti forme di demenza. In occidente in questo momento è auspicabile che chi ha dimostrato un maggior senso di responsabilità, come Francia e Germania, prenda in mano la situazione. Forse anche l'Italia merita un ruolo più importante, anche se sarebbe opportuno che dimostrasse un po meno disponibilità a mandare i nostri soldati in missioni avventurose e scellerate....
 
posted by Federico Perazzoni at 9:40 PM | Permalink 0 comments
No al blocco degli sfratti....
sabato, agosto 05, 2006
Misure come il blocco degli sfratti mettono in crisi la credibilità di una politica sociale, che vuole essere seria e organica....

Un sistema che vuole mettere in pratica una seria politica sociale, che sia anche sostenibile e duratura, non inizia con misure come il blocco degli sfratti e non tollera l'occupazione abusiva di palazzi e quant'altro....

E' l'istituzione pubblica che ha il compito di trovare una residenza a coloro che ne abbisognano. Non sono i proprietari delle case, per cui gli affitti diverse volte rappresentano un'importante forma di sostentamento. I proprietari di case hanno invece l'onere di pagare le tasse....

Attenzione a non applicare politiche a favore della legalità e della disciplina in modo dispari. Questo sarebbe un problema, per il centro-sinistra e per il paese. Sarebbe un problema anche per l'applicazione di una politica sociale....

Se le istituzioni pubbliche non si assumono le loro responsabilità, come si fa poi a volere che i cittadini non facciano altrettanto??

P.S.

In questo articolo Beppe Grillo commenta le parole di Faissola, presidente dell'ABI (Associazione Bancaria Italiana), che si lamenta dell'attuale governo. Governo che avrebbe detto alle banche di adattare i tassi d'interessi, in base a quelli della BCE (Banca Centrale Europea), non solo per i mutui ma anche per i depositi bancari....

Non si capisce perché le banche, quando la BCE aumenta i tassi d'interessi, aumentano i tassi d'interessi dei mutui e non aumentano quelli dei depositi. Prendendosi solo i guadagni. Mutui, tra le altre cose, erogati attraverso i soldi dei depositi. Quella del Faissolla sembrerebbe una goffa difesa degli interessi di parte. Se il denaro costa di più, costa di più per i clienti ma costerà di più anche per le banche....
 
posted by Federico Perazzoni at 10:06 PM | Permalink 0 comments
Piero Angela, perché??
venerdì, agosto 04, 2006
Oggi vedovo Quark il programma di Piero Angela. A parte l'ormai disgustosa atmosfera melensa. Ad un certo punto Piero Angela si avventura in un discorso molto articolato, su come sia importante valutare i cervelli e come sia necessario che la politica si interessi a questo. Ciò per poi esporre in vetrina, il mondo universitario e i suoi fantomatici punti di eccellenza. Ho effettuato una mia personale forma di protesta, cambiando canale....

Mi piacerebbe capire un giorno come il Piero abbia scelto il figlio Alberto, per tramandargli il feudo di famiglia. Be mi viene da pensare che tra feudatari c'è una certa intesa. Un giorno forse lo stesso Piero Angela dirà come funziona il mondo delle imprese e come sia opportuno che il governo si interessi ad esse??

Lungi da me l'idea che non sia importante investire nelle Università e in istituti affini. Ma visto che attualmente questo mondo rappresenta un baluardo del medioevo, penso che se non si fanno dei profondi cambiamenti in esso, investendovi si butterebbe solo tempo e denaro. Cose delle quali il nostro paese attualmente è un po a corto....

Tanto meglio investire nel mondo delle imprese, fare in modo tale che esse entrino all'interno dell'Università alla pari. Questo rappresenterebbe anche un interessante modo per dialogare con l'opposizione....

A proposito di quest'ultimo punto. Fini forse ha ragione. In uno stato civile è inconcepibile fare una finanziaria senza un accordo di fondo con l'opposizione....

Penso che un dialogo con le componenti sane della CDL va cercato. Personalmente aggiungerei purtroppo, vista la scarsa attitudine di quest'ultima alla correttezza e all'obbiettività....

Quanto fatto finora, in particolare con i decreti Bersani-Visco, è quantomeno apprezzabile. Personalmente approvo questo tipo di intervento nel mercato. Anche se c'è ancora molto da fare....

P.S.

Mi domando a che pro Israele ha bombardato per settimane il Libano, visto che dopo questa lungimirante iniziativa i missili dei guerriglieri si mantengono su una media di 200 al giorno. Forse ciò avviene per foraggiare le industrie di armenti??

Auspico che il governo del mio paese mostri un po meno disponibilità a mandare i nostri soldati in qualsivoglia missione....

Personalmente ho trovato queste immagini impressionanti:

Guerra in Libano foto dal satellite
....
 
posted by Federico Perazzoni at 1:11 AM | Permalink 0 comments
Montezemolo forse ha ragione....
martedì, agosto 01, 2006
Montezemolo reclama una maggiore attenzione per le aziende: Anche Montezemolo boccia il Professore....

Personalmente penso che sarebbe un errore, molto grave, dare all'università il ruolo centrale nello sviluppo del nostro paese. C'è bisogno che questo ruolo resti in mano alle aziende, più a contatto con le persone e con le loro esigenze....

Oggi l'Università è in mano a persone prive del minimo senso pratico. I progetti che ve ne escono non hanno nessuna utilità, quando funzionano. Sono cervellotici e la cosa principale è che conflittano con il principio dell'interesse collettivo....

Il suo ruolo nella società va profondamente mutato. Vanno cambiati i professori, anziani che non hanno senso di responsabilità, quando prendono in mano le carriere e il futuro professionale dei ragazzi. Millantano capacità che non hanno e vanno avanti con i loro modi di fare didattica, ormai diventati per lo più inutili....

Oggi l'Università, al pari di notai e farmaci-vendoli, somiglia ad una istituzione di stampo medioevale, con tanto di baroni, valvassori e valvassini. E con tanto di titoli e ruoli che si tramandano da padre in figlio....
 
posted by Federico Perazzoni at 9:20 PM | Permalink 2 comments
Allargare la maggioranza?? perché no??
Per chi non avesse letto la costituzione, l'Italia è ancora una repubblica parlamentare. Forse un dettaglio, da non prendere in considerazione, per chi ha redatto l'attuale legge elettorale....

I parlamentari una volta che vedono il governo che si instaura e il suo modus operandi, hanno il diritto di scegliere se appoggiarlo o meno, che che ne dica Bondi e il resto del circo della CDL....

Personalmente non penso che molti parlamentari siano in procinto di lasciare la CDL per approdare nell'Unione. In questo una certa importanza eventualmente l'avrà il compimento del progetto "Partito Democratico"....

Personalmente penso anche che chi ha votato alcune componenti del centro-destra, penso per esempio a Follini o Tabacci, non abbia nulla al contrario se un siffatto evento accadesse....

Negli Stati Uniti, tanto citati, diverse volte il presidente non ha una maggiornza nel congresso, eppure le cose vanno avanti lo stesso. Perche non anche da noi una cosa analoga??

Noto con favore la posizione italiana, assunta nello scacchiere internazionale. Penso che come europei sia importante muoverci insieme, ed è quello che sta avvenendo.....
 
posted by Federico Perazzoni at 1:05 AM | Permalink 0 comments

E' libera e incoraggiata la diffusione dei contenuti di questo weblog, per avere anche un aiuto contattatemi....