Montezemolo forse ha ragione....
martedì, agosto 01, 2006
Montezemolo reclama una maggiore attenzione per le aziende: Anche Montezemolo boccia il Professore....

Personalmente penso che sarebbe un errore, molto grave, dare all'università il ruolo centrale nello sviluppo del nostro paese. C'è bisogno che questo ruolo resti in mano alle aziende, più a contatto con le persone e con le loro esigenze....

Oggi l'Università è in mano a persone prive del minimo senso pratico. I progetti che ve ne escono non hanno nessuna utilità, quando funzionano. Sono cervellotici e la cosa principale è che conflittano con il principio dell'interesse collettivo....

Il suo ruolo nella società va profondamente mutato. Vanno cambiati i professori, anziani che non hanno senso di responsabilità, quando prendono in mano le carriere e il futuro professionale dei ragazzi. Millantano capacità che non hanno e vanno avanti con i loro modi di fare didattica, ormai diventati per lo più inutili....

Oggi l'Università, al pari di notai e farmaci-vendoli, somiglia ad una istituzione di stampo medioevale, con tanto di baroni, valvassori e valvassini. E con tanto di titoli e ruoli che si tramandano da padre in figlio....
 
posted by Federico Perazzoni at 9:20 PM | Permalink


2 Commenti:


At 2:38 PM, Anonymous Anonimo

Ciao federico,
diciamo che in linea teorica sono d'accordo con te. tuttavia nutro delle forti perplessita' anche verso le capacita' delle aziende italiane di introdurre innovazione e competitivita' nel sistema universitario. sono originaria di treviso, nel cuore del nord est della media e piccola impresa; ti assicuro che questi imprenditori sono tutt'altro che innovativi, incapaci di immaginare il futuro. il management e' vecchio quanto sono vecchi i professori universitari, i figli succedono ai padri di cui sono ancora succubi. qual'e' l'eta' media di un dirigente d'azienda in italia? 45 anni? qui in Gran Bretagna a 25-30 anni sono gia' manager affermati. il sistema aziendale italiano ristagna, e Montezemolo parla di innovazione e competitivita'?! ci vorrebbe una bella pulizia ai vertici delle aziende come delle universita'. largo ai giovani, ma per davvero.
mvittoria

 

At 5:00 PM, Blogger Federico Perazzoni

D'accordo con te, anche nelle aziende c'è bisogno di un cambiamento profondo....

Il nostro paese in questi anni ha applicato una politica liberale di comodo. In paesi liberali come gli Stati Uniti grandi imprenditori che hanno avuto, nel corso della loro carriera, grandi concessioni da parte della pubblica amministrazione, pagano una tassa di successione abbastanza salata. Abbastanza da far sì che gli eredi cedano parte del loro patrimonio ad altri. Questo permette una certa dinamicità nel sistema....

In Italia si vede cosa fanno gli USA solo quando fa comodo. Non quando si tratta di liberalizzare la vendita dei farmaci e le prestazioni degli avvocati. In America i farmaci si vendono anche in frutteria senza nessun farmaco-vendolo. Gli avvocati, oltre a farsi pubblicità e applicare le tariffe che vogliono, cercano essi stessi le cause, contattando direttamente il candidato a diventare patrocinato....

Si è liberalizzato solo il mercato del lavoro, in un modo selvaggio e poco civile....

Una politica liberale seria, perché no come avviene negli USA. Unita all'aiuto all'imprenditoria giovanile, penso che sia molto importante per il cambiamento sia delle Università che delle imprese....

 

E' libera e incoraggiata la diffusione dei contenuti di questo weblog, per avere anche un aiuto contattatemi....