La questione settentrionale è la sicurezza....
martedì, maggio 29, 2007
Il centro-sinistra non capisce o fa finta di non capire che al nord temi come la chiusura dei CPT o l'apertura delle frontiere a zingari rumeni e bulgari non fanno altro che aggravare l'emorragia di voti....

Allo stesso tempo i cittadini settentrionali non hanno capito che gli imprenditori, che hanno in mano le redini del centro-destra, se pur davanti dicono di essere contro un'immigrazione selvaggia dietro hanno altri interessi. L'immigrazione selvaggia è agevolata da imprenditori senza scrupoli che fanno del lavoro nero una forma di guadagno. Basta guardare cos'è successo durante i cinque anni di Governo Berlusconi....

I cittadini comunque sono stufi di vedere i loro politici al fresco, o al calduccio dipende dalla stagione, nelle loro auto blu o nei loro salotti che parlano di accoglienza e di immigrazione. Quando invece durante il loro quotidiano non hanno a che fare con zingari che gli rubano il portafoglio o rumeni che entrano nei loro appartamenti....

L'immigrazione è un tema molto più complesso di quello che vorrebbe far passare Ferrero e soci, con leggi che poco guardano al quotidiano di cittadini onesti, anche cittadini immigrati onesti, che ogni giorno hanno a che fare con una microcriminalità che mette in discussione le loro sicurezze....

Se il centro-sinistra, e in modo particolare la sinistra, non capisce questo le conseguenze per loro e per il paese saranno devastanti....

Se il centro-sinistra non capisce che le persone sono stufe di sentir parlare di chiusure improbabili di CPT o di cittadinanze facili penso che perderà ancora altri voti al Nord e forse perderà anche il mio....

Nessuno mette in discussione il fatto che il nostro paese è chiamato ad un impegno per accogliere immigrati. Ma la gente ha dei dubbi davanti alle sballate idee di ministri come Ferrero e Amato, chiamati in questo momento a tutt'altri compiti che quelli di concedere la cittadinanza a chiunque o chiudere i CPT....

Ancor più del tema delle tasse e di quello delle infrastrutture è il tema della sicurezza, a mio modo di vedere, a far perdere voti al nord....

Etichette:

 
posted by Federico Perazzoni at 1:15 PM | Permalink 0 comments
Finalmente....
martedì, maggio 22, 2007
Finalmente il Vaticano per mezzo della presidenza della CEI si è accorto che questo paese si è impoverito da un punto di vista economico....

Forse si è anche accorto che le minacce più gravi alle famiglie vengono da speculatori finanziari, come quelli ad esempio che vorrebbero far passare la casa non più come un diritto ma come un investimento. Quegli stessi speculatori, quest'ultimi, che forse coltivano all'interno delle gerarchie clericali stesse il frutto avvelenato da porgere a famiglie e perché no a single e quant'altro. Basta guardare l'ultima puntata di Anno Zero per accorgersi di questo fatto....

Sarebbe opportuno e costruttivo che il vaticano si affianchi al popolo italiano nella battaglia per cambiare l'attuale assetto istituzionale, eliminando partiti e partitelli come quello di Mastella o come quello di Bossi....

Auspico che oltre ad occuparsi dei comportamenti sessuali delle persone, le parole e le attività dei rappresentanti del clero si facciano più pesanti e pressanti in merito ad alcuni comportamenti in ambito economico, di personaggi attualmente presenti nel nostro parlamento. Alcuni di tali personaggi non mancano occasione di dichiarare la loro vicinanza, solo a parole, alle idee e alle dichiarazioni di Cardinali e quant'altro....

Mi domando anche se non sia il caso, per quanto concerne i comportamenti sessuali, che il Vaticano dia maggior fiducia alla capacità critica delle persone. Forse se si lasciasse maggior spazio e maggior privacy, dando delle linee guida come il valore della castità e della rinuncia, le cose forse andrebbero meglio....

Uno spazio indispensabile per esplorare i misteri e le meraviglie della sfera sessuale degli individui?? Chi banalizza il sesso non è forse colui che semplicisticamente applica al sesso le stesse regole che si applicherebbero ad altri comportamenti umani??

Da quest'ultimo punto di vista quale miglior modello di quello dei nostri cugini francesi??


Etichette: ,

 
posted by Federico Perazzoni at 3:59 PM | Permalink 0 comments
Chi minaccia la famiglia??
mercoledì, maggio 16, 2007
Personalmente ascolto con attenzione le parole del clero, quando esse non hanno lo scopo di imporre qualcosa. Pur non condividendole mi fanno pensare....

Trovo quantomeno curioso che a parlare di unicità della famiglia ci sia chi ha assunto un certo tipo di comportamenti. Non mi permetto però di giudicare tali idee e tali comportamenti....

La cosa che invece trovo intollerabile è che gli stessi parlamentari poi si trovino tutelati i loro diritti di conviventi con privilegi che tentano di negare ad altri. Privilegi come quello di registrare le proprie convivenze ad un ufficio anagrafe, proprio la cosa che rende i DICO, a detta loro, intollerabili sul piano di fantomatici "simboli"....

Mi domando allora perché la CEI non abbia ancora detto una parola in merito ai “DICO per i parlamentari”....

Personalmente penso che se esiste una minaccia alla famiglia essa venga da funzionari pubblici corrotti, leggi come quelle che portano ad una precarizzazione dei rapporti di lavoro o da politiche per la casa pressoché assenti nel nostro paese. Le minacce alla famiglia non vengono certo da persone che onestamente cercano di veder tutelati i propri interessi e diritti....

Forse questa classe politica ha deciso di trattare i cittadini come sudditi e non più come coloro che stanno rappresentando. In un certo senso in una democrazia compiuta i cittadini sono i datori di lavoro dei loro politici....

Approfitto del post per parlare anche di una cosa che è successa in Inghilterra. Il principe Harry aveva espresso la sua volontà di andare in Iraq, poi convinto dalla famiglia ha deciso di non partire più. Premetto che non ho capito se la regina d'Inghilterra è contraria o meno alla politica inglese concernente l'Iraq, ma mi chiedo eventualmente come farà la stessa regina adesso a convincere le altre famiglie a far partire i loro figli. Cara regina non sarebbe forse il caso a questo punto di esporsi di più in favore di una cessazione della presenza militare inglese in Iraq??

Etichette: , ,

 
posted by Federico Perazzoni at 8:50 PM | Permalink 2 comments
Elezioni da annullare??
lunedì, maggio 14, 2007
A Palermo ci sono stati brogli tali da legittimare l'annullamento delle elezioni??

Personalmente ho la sensazione che a Palermo vincere per il centro-sinistra non dipenda solo dalla quantità di persone che gli votano....

Certo se fosse fondata la notizia per la quale sarebbero state trovate delle schede votate con una matita copiativa diversa da quella messa a disposizione nei seggi, sarebbe una cosa troppo grave anche per una sedicente democrazia come la nostra. In questo caso penso che sarebbe opportuno annullare le elezioni....

Forse ci vuole qualche intercettazione telefonica??

Etichette: ,

 
posted by Federico Perazzoni at 8:52 PM | Permalink 0 comments
Finalmente si parla obbiettivamente di Università....
venerdì, maggio 04, 2007
Dopo aver assistito per mesi, se non per anni, ai piagnistei dei rettori e dei presidi che andavano cianciando una fantomatica carenza di fondi tra telegiornali e trasmissioni televisive, la puntata di Anno zero di ieri fa un interessante analisi dell'attuale situazione degli Atenei nostrani. per chi non l'avesse vista e avesse voglia di vederla, sul sito della trasmissione c'è la replica....

Per me bisogna avere il coraggio di iniziare a chiudere qualche Università e qualche dipartimento, usare quegli edifici per case popolari sarebbe una cosa molto più utile. Ci vuole una politica di centralizzazione delle Università, dei corsi di Laurea e delle materie....

Ormai andando a vedere gli orari delle Università si vedono esami di ogni tipo dai nomi più fantasiosi e dai programmi, quando c'è ne sono, più assurdi....

Si assiste ad una completa mancanza di standard e di regolamenti, ad una situazione di pressoché totale anarchia, con presidi e professori che occupano abusivamente la cosa pubblica, quella che appartiene anche agli studenti, tanto per intenderci....

Studenti diventati solamente dei contribuenti, fogli di carta che provano l'avvenuto pagamento delle tasse. Senza più nessuna voce in capitolo, senza più modo di scegliere il proprio percorso di studi e di mettere in discussione le materie e i programmi. E perché no senza più nessuno strumento di controllo delle strane attività dei professori....

Ci vogliono meno Università, meno corsi di laurea e meno materie. Ci vogliono anche più standard e regole più vincolanti. Forse si è dimenticata una imprescindibile qualità di un dottore, la capacità di sintesi....

Certo se l'uomo chiamato all'arduo compito di mettere mano alla situazione è Fabio Mussi allora non penso che le cose miglioreranno. Nel corso della trasmissione il Mussi arriva a difendere l'ereditarietà delle cattedre, dicendo: “il problema non è tanto questo”. In merito al nepotismo del nostro paese dice: “non è tanto differente da quello americano”, citando i casi di Bush jr e Hillary Clinton, dimenticandosi però che la scelta dei candidati in America viene fatta su votazione della base elettorale e non dai segretari di partito. Beh caro Mussi se pensi sul serio che il problema non è tanto questo, allora forse il problema sei tu....

Etichette:

 
posted by Federico Perazzoni at 12:54 AM | Permalink 0 comments

E' libera e incoraggiata la diffusione dei contenuti di questo weblog, per avere anche un aiuto contattatemi....