Tassazione sulle rendite finanziarie?? Perché no??
giovedì, agosto 23, 2007
Siamo l'unico "paese" del mondo occidentale dove passa per opportuno e legittimo uno sciopero fiscale e come pericolosa e comunista una tassazione delle rendite finanziarie, in linea con quella che esiste nell' ultra liberale Gran Bretagna....

E' inutile dire che c'è una sproporzione fra la tassazione che hanno le rendite da lavoro e quelle che hanno le rendite da posizioni finanziarie. Le prime rendite hanno un maggior impatto positivo sull'interesse collettivo, quindi uno stato serio le favorirebbe. Ma in Italia attenzione a dire questo, se non si vuol passare per essere dei pericolosi Bolscevichi e perché no anche dei terroristi delle Brigate rosse. Però nel nostro paese si passa per essere dei politici capaci se si propone invece uno sciopero fiscale....

Ma un paese siffatto è definibile come una nazione?? Non è più simile invece ad un insieme di persone che sono costrette a coabitare sulla stessa terra e a dividersi la stessa torta??

Penso che fino a quando esisteranno componenti politiche come la Lega, l'Italia non sarà definibile come una reale nazione. Molto meglio provvedere ad una eliminazione di tali marginali componenti, attraverso una legge elettorale degna di un paese civile....

Gravi responsabilità sul futuro di questo paese hanno anche i partiti politici che il giorno fanno piena la bocca del nostro inno e feste del tricolore, per poi la sera fare comunella con chi fischia quell'inno e brucia quel tricolore. Questo per interessi privati....

Etichette: ,

 
posted by Federico Perazzoni at 1:51 AM | Permalink


0 Commenti:


E' libera e incoraggiata la diffusione dei contenuti di questo weblog, per avere anche un aiuto contattatemi....